16 de octubre de 2012

Sull'EuroFederazione di Psicoanalisi (Aggiornamento)



Square Brussels Meeting Centre / 6 e 7 luglio 2013
(Ex Palazzo dei Congressi), Mont des Arts, 1000 Bruxelles (Entrata : cubo di vetro)
 Iscrizioni : Fino al 31/01/2013 : 130 € (65 € per gli studenti di meno di 26 anni)
                       Dopo il 31/01/2013 : 160 € (80 € € per gli studenti di meno di 26 anni)
Traduzione simultanea : francese, Inglese, Spagnolo, Italiono, Olandese
 www.europsychoanalysis.eu / Informazioni (telefono) : +32 (0)483 365 082 / info@europsychoanalysis.eu

Sull’EuroFederazione di Psicoanalisi
(Aggiornamento)



Un poco di storia
La Scuola Europea di Psicoanalisi (EEP) è nata in 1990, anticipando la nascita dell’ l’AMP (1992). Fondata come l’Altro europeo dell'Ecole de la Cause freudienne, essa raggruppava allora vari gruppi – in Europa e aldilà – che si riferivano in un modo o in un altro all’orientamento lacaniano. Dalla sua creazione, da questi gruppi sono nate tre Scuole che l’EEP ha accolte nel suo seno : la Escuela Lacaniana de Psicoanalisi (ELP) in Spagna creata nel 2000, la Scuola Lacaniana di Psicoanalisi (SLP) in Italia creata nel 2002, e la New Lacanian School (NLS) che riunisce vari paesi in Europa e altrove, creata nel 2003.
Nel 2008, l’EEP ha deciso di trasformarsi in Federazione Europea delle Scuole di Psicoanalisi (FEEP). L’ ECF ha accettato di farne parte. Ormai, esisteva una Federazione che riuniva le quattro Scuole dell’ l’AMP in Europa, il cui obiettivo era di coordinare la lotta contro l’ideologia della valutazione e le sue iniziative legislative e anche di combattere alcune politiche sanitarie applicate alla salute mentale nei paesi dell’ l’Unione europea. D’altro canto, la FEEP, coordinata con l’AMP, occupava alcune funzioni extime presso le Scuole europee, in particolare riguardo al tema della passe e altre questioni a proposito della formazione dello psicoanalista.

Dalla FEEP all’ l’EuroFederazione di Psicoanalisi
La trasformazione della FEEP in EuroFederazione di Psicoanalisi (EFP), attuata nel giugno 2010, è il frutto di una riunione con Jacques-Alain Miller, in relazione alla preparazione di PIPOL 5, a Bruxelles nel gennaio 2010. Risponde ad una lettura della realtà politica attuale riguardo alla psicoanalisi sul piano « esterno » e « interno ».
Sul piano esterno, l’EuroFederazione di Psicoanalisi traduce una volontà di essere più presenti presso le istanze politiche europee. L’ideologia della valutazione generalizzata, la propagazione delle pratiche TCC, le iniziative legislative riguardo al campo psi che attaccano la psicoanalisi, i tentativi di marginalizzazione delle pratiche della parola attraverso la forte ascesa delle neuroscienze e il mercato degli psicotropi sono altrettanti pezzi staccati di una macchina  mostruosa che non basta più studiare, criticare, denunciare. Si tratta di dare alla nostra comunità di orientamento lacaniano la consistenza di un granello di sabbia che verrebbe a collocarsi in questi ingranaggi infernali a un livello europeo, non potendoci più limitare a combattere localmente in ogni paese – anche se questo conserva senz’altro tutta la sua importanza.
Con questo spirito ci siamo messi in contatto, nell’arco degli ultimi due anni, con il Consigliere regionale dell’OMS in Europa per la salute mentale, che ha sede a Copenhagen e abbiamo avuto con lui degli scambi relativi al posto della psicoanalisi nel paesaggio della Salute mentale in Europa. Peraltro, abbiamo preso contatto con Isabelle Durant, vice-presidente del parlamento europeo, che ha partecipato al Forum delle Donne organizzato a Parigi da Jacques-Alain Miller nell'ottobre 2011 e ad una attività dell’EFP in collaborazione con l’ACF-Belgio, a Bruxelles, nel gennaio 2012. Vogliamo continuare a sostenere questi legami.
Sul piano interno, la trasformazione della FEEP in EFP è la presa in conto dell’ « evento Parigi » di novembre 2009. Da una parte, questo evento ha rimesso al centro dell’etica dello psicoanalista e della sua formazione, il suo rapporto all’inconscio, con la passe come orizzonte. D’altra parte, ha dato la parola ai « nuovi arrivati » – che appartengono a quella che Jacques-Alain Miller ha nominato la « Generazione forum » – che si sono legati all’ECF a partire del suo impegno politico. L’EuroFederazione ha l’ambizione di sostenere questo annodamento paradossale tra l’impegno politico collettivo e di larghe vedute e il fondamento di una « demassificazione dell’enunciazione ». 
Peraltro, l’EFP continua ad occupare le funzioni che erano quelle della FEEP presso le Scuole europee dell’AMP. Ha il suo proprio regolamento della passe e partecipa ai dibattiti sulle modalità di questi dispositivi nelle Scuole. Continua anche a sostenere un posto d’extime nei seminari di alcune Scuole. 
    
Una comunità di lavoro europea
L’EFP non ha bisogno di creare la comunità europea della psicoanalisi di orientamento lacaniano : questa comunità di lavoro esisteva al momento della sua creazione. Invece, ha dovuto essere strutturata per poter acquisire una consistenza simbolica efficace. Due operazioni sono state necessarie a questo fine ; da una parte, si trattava di attraversare i limiti dell’organizzazione delle comunità di lavoro attorno a un paese, unaScuola, una lingua, allo scopo di aprirsi verso la dimensione europea. D’altra parte, si trattava di dare corpo al grande numero che costituisce l’insieme degli aderenti all’orientamento lacaniano dell’AMP e del Campo freudiano in Europa.
Nell’arco dei due ultimi anni, abbiamo potuto constatare che l’EFP come significante europeo per la psicoanalisi, sostenuto da un grande numero di aderenti è un biglietto da visita che ci permette di aprire le porte delle istanze dell’Unione europea per le questioni politiche che riguardano la psicoanalisi. Peraltro, questo nuovo significante ha avuto un effetto sulla vita delle nostre Scuole e dei nostri gruppi di lavoro. Ha incoraggiato un turbinio di scambi tra i membri dei gruppi che si riconoscono nella loro appartenenza comune all’EuroFederazione, qualunque sia il paese o la lingua e la Scuola alla quale si riferiscono.
  
Gli annuari dell’EuroFédérazione di Psicoanalisi
I due annuari dell’EuroFederazione – Annuario delle Regioni e Annuario degli Aderenti – contribuiscono a questa realizzazione della nostra comunità europea. La redazione è coordinata dal segretario dell’EuroFederazione di Psicoanalisi. Questi annuari saranno aggiornati nei prossimi mesi in vista del secondo Congresso europeo di Psicoanalisi (PIPOL 6) organizzato dall’EFP nel luglio 2013.  
L’Annuario delle Regioni
La prima versione su carta di questo annuario è stata distribuita ai partecipanti di PIPOL 5, nel luglio 2011.Questa versione si trova anche sul sito dell’EFP. L’annuario contiene 55 regioni, repertoriate per ordine alfabetico, e 78 sub-regioni, luoghi nei quali è attiva una piccola comunità psicoanalitica all’interno di una regione. Questo annuario riflette l’insediamento della psicoanalisi di orientamento lacaniano in Europa. Ogni regione o sub-regione ha il suo « Rappresentante regionale ». I nomi e le coordinate di questi Rappresentanti regionali sono precisati nell’annuario. Cosi, l’Annuario delle Regioni stabilisce un legame tra i raggruppamenti locali degli aderenti e l’EFP che rappresenta la comunità europea di psicoanalisi di orientamento lacaniano.
L’Annuario degli Aderenti
L’annuario degli Aderenti all’EuroFederazione di Psicoanalisi costituisce una lista associativa. Secondo il suo regolamento, comprende i membri delle associazioni (locali, regionali o nazionali) affiliati alle quattro Scuole riunite nell’EuroFederazione. Può anche comprendere alcuni membri di gruppi di studio europei della Fondazione del Campo freudiano. L’iscrizione in questo annuario non garantisce la formazione o la pratica dell’aderente, perché essa è di competenza delle Scuole dell’AMP. Testimonia dell’interesse e del sostegno della persona iscritta per la causa analitica di orientamento lacaniano, per come essa è spinta in Europa dalle Scuole dell’AMP e del Campo freudiano.

Il Congresso europeo di Psicoanalisi
Il Primo Congresso europeo di Psicoanalisi (PIPOL 5) si è tenuto il 2 e il 3 luglio 2011, a Bruxelles, con il titolo « Esiste la Salute mentale ? ». Il secondo Congresso europeo di Psicoanalisi (PIPOL 6) avrà luogo ugualmente nella capitale dell’Europa, il 6 e il 7 luglio 2013, con il titolo : « Dopo l’Edipo : Diversità della pratica psicoanalitica in Europa ».
Questi Congressi riuniscono dei colleghi da tutta l’Europa. Si svolgono con la traduzione simultanea in cinque lingue : inglese, spagnolo, francese, italiano, olandese. Gli organizzatori si preoccupano di dare una portata epistemica e politica.  

Mental
La rivista Mental fa sentire alta e forte la voce dell’EuroFederazione di Psicoanalisi. Si tratta di una rivista europea, di grande qualità epistemica, impegnata politicamente attorno a delle questioni di Psicoanalisi e di Salute mentale dalla sua creazione nel 1995.

Sito elettronico
E' stato creato un sito elettronico dell’EuroFederazione. Questo sito si presenta nelle quattro lingue delle Scuole dell’EFP. Contiene dei testi fondatori, una presentazione dell’EFP, dei testi di dibattito, una rubricaMental, delle informazioni sul prossimo Congresso europeo, uno spazio « aderenti » per gli annuari dell’EFP, ecc.
L’indirizzo del sito : http://www.europsychoanalysis.eu/      

PIPOL NEWS
Questa lista elettronica di diffusione è stata creata nell'aprile 2010 per lanciare un dibattito in seno alla nostra comunità di lavoro europeo. E’ diffuso nelle quattro lingue delle Scuole dell’EFP : inglese, spagnolo, francese, italiano. Gli archivi di questo Bolletino si trovano sul sito. Gli aderenti all’EuroFederazione che non l’hanno ancora fatto sono invitati ad iscriversi a PIPOL NEWS inviando una email vuota all’indirizzo seguente : pipolnews-subscribe@yahoogroupes.fr

No hay comentarios: