26 de septiembre de 2011

29 settembre Proposta Cooperativa Artelier a Milano

29 SETTEMBRE 2011

Esempi di ricostruzione del legame simbolico famigliare e sociale

UMANITARIA – Via San Barnaba 48 Milano

(presso aule della Cooperativa Artelier – ONLUS)

E' possibile uscire dai circuiti psichiatrici una volta che il soggetto ci e' entrato? Perché e' decisivo per il soggetto trovare modalità, istituzionalmente sostenibili, per poter uscire dal circuito chiuso della sanità?

La proposta - La salute intellettuale e la città. Una proposta articolata per favorire percorsi di vita per la nascita simbolica del soggetto nella sua città. La “salute intellettuale” è un cosa preziosa per tutti e si costruisce a partire dai primi anni di vita, in famiglia e poi nella società. “Salute mentale”, invece, è un concetto che è entrato a far parte della cultura psichiatrica e sociale nel momento in cui la psichiatria ha capito di dover uscire dagli angusti recinti delle grandi residenze manicomiali per confrontarsi con i diritti civili, la cura e l’assistenza. Si tratta di continuare su questa strada lavorando per mantenere vivo il rispetto per il soggetto. Confrontarsi con tali diritti, confrontarsi con l’urgenza che il rispetto esige ha significato e significa progettare in modo differente gli spazi di vita del territorio e confrontarsi con modelli culturali della società e della popolazione con la quale si condivide un determinato sistema di vita. Una società che riesce a confrontarsi serenamente con la questione della salute mentale e del terzo debole in genere, testimonia il suo grado di civiltà.

programma

La proposta

Articolazione del corso

Ore 8.30 Accoglienza

Ore 9.00 Saluti e presentazione del corso - Presidente Fondazione Umanitaria e Presidente

di Atelier: dott. Amos Piero Nannini, fondatore di Artelier

Ore 9.30 Perché un’impresa per la clinica e la cultura? Giuseppe O. Pozzi, direttore

terapeutico e fondatore di Artelier

Ore 10.30 Progettare con la speranza: Antenna G. Beolchi, la residenzialità terapeutico-

riabilitativa per minori. Massimo Raccagni, coordinatore responsabile di Casa

Beolchi

Ore 11.15 Pausa

Ore 11.30 La progettualità di Artelier: la clinica, la terapia; gli atelier laboratori per la

scuola, le aziende ed il tempo libero, gli inserimenti lavorativi, i consultori di

psicoanalisi applicata. Giuseppe Salzillo, psicologo di Artelier coordinatore del

Consultorio di Via Daverio & Dario Gattinoni, responsabile progetti di Artelier

Ore 12.30 Gli effetti degli interventi e dei progetti realizzati. L’esempio de “La voce debole

dei forti”. Giuseppe Salzillo & Giuseppe O. Pozzi

Ore 13.30 Dibattito e conclusioni. Giuseppe Pozzi

Ore 14.00 Consegna dei libri curati da Giuseppe Pozzi & collaboratori:

o La salute intellettuale e la città, ed. Franco Angeli, 2000Progetto

Giasone. Cultura di impresa, rischio di emarginazione ed inserimenti

lavorativi, ed. Franco Angeli, 2002

29 SETTEMBRE

2011

UMANITARIA –





Sede legale: Via Francesco Daverio, 7 – 20122 Milano
C.F.: 05127610961
Tel.: 02-54123166 - Fax: 0287128571
Cell.: 3392738233 - 377 7075663